Home Page > Trekking a Cavallo in Piemonte > Viaggio verso l’emozione: il fascino del sorgere del sole in montagna

Viaggio verso l’emozione: il fascino del sorgere del sole in montagna

Trekking a Cavallo in Piemonte VERSO LE MONTAGNE OLIMPICHE

Dal Parco Naturale La Mandria (Venaria Reale) al Parco Naturale Orsiera Rocciavrè (Rifugio Alpe di Toglie)

Percorso:

PARCO NATURALE LA MANDRIA – Venaria Reale, Collina Morenica tra Rivoli e Avigliana, Parco Naturale dei Laghi di Avigliana, Abbazia della Sacra di San Michele, Colle Braida, Certosa di Banda, Mattie, Rifugio ALPE DI TOGLIE nel massiccio dell’ORSIERA ROCCIAVRE’(punto di sosta e ristoro del sentiero G.T.A.- Grande Traversata delle Alpi).

Tutto il trekking si sviluppa lungo i sentieri della fede e della transumanza, percorsi in passato dai pellegrini verso le sedi del culto e dalle greggi verso gli alpeggi. 

Il territorio attraversato è tutto di grande valore storico, religioso e paesaggistico. Basta pensare:

al PARCO NATURALE LA MANDRIA, ex riserva di caccia dei Savoia, in cui si alternano pascoli, laghetti, boschi e preziose testimonianze architettoniche che si inseriscono nel complesso dei beni della Venaria Reale. L’area del Parco conserva ancora gli ultimi boschi planiziali della pianura padana dominati da querce e frassini che offrono rifugio a numerose specie di animali, soprattutto ungulati

all’ANFITEATRO MORENICO di Rivoli/Avigliana ed al PARCO NATURALE dei LAGHI DI AVIGLIANA che, con i loro massi erratici ed i loro laghi di origine glaciale, testimoniano la presenza del grande ghiacciaio che percorreva la vallata della Dora Riparia

alla SACRA DI SAN MICHELE, grande complesso architettonico collocato sul Monte Pirchiriano, all'imbocco della Val di Susa. Nasce e cresce con la sua storia e le sue strutture attorno al culto di San Michele. Ubicato in altura, a cui fanno da corona le montagne della Val Susa in uno scenario molto affascinante, si trova al centro di una via di pellegrinaggio di oltre 2.000 km che uniscono l’Europa occidentale da Mont-Saint-Michel (Normandia) a Monte Sant’Angelo (Gargano), gli altri due insediamenti sorti nel culto di San Michele, venerato nella tradizione cristiana come difensore del popolo cristiano.   

alla CERTOSA DI BANDA, secondo insediamento italiano dei Padri Certosini fondati da San Brunone (il primo insediamento italiano sorse a Monte Benedetto, bassa Val Susa)

al PARCO NATURALE della catena montuosa dell’ORSIERA ROCCIAVRE’, territorio protetto nelle Alpi Cozie, ricco di fauna e poco antropizzato. E’ un’isola di montagne selvagge e incontaminate a cavallo delle Valli Chisone, Susa e Sangone. Presenta numerose opere di carattere militare che testimoniano vicende belliche del passato. Di queste fortificazioni rimangono importanti tracce che meritano di essere visitate soprattutto al Colle delle Finestre, lungo l’Alta Via dell’Assietta ed a Fenestrelle. Non mancano importanti edifici storici come la Certosa di Monte Benedetto.

Spesso i sentieri, all’improvviso, quando meno te l’aspetti, si aprono su scorci panoramici di una bellezza sconvolgente.

Durata del trekking: 5 gg (l’ultima tappa, da Mattie al Rifugio Alpe di Toglie, sarà in notturna)

Durata dei percorsi giornalieri: da 5 a 8 ore

Tipo di percorso: misto, dislivelli impegnativi in montagna

Punti sosta e recettività per cavalli e cavalieri lungo il percorso:

Villarbasse: Agriturismo “La Sosta”:

E’ sempre piacevole e rilassante soggiornare nell’Agriturismo dell’amico Lodovico. Si respira una simpatica atmosfera amichevole e familiare ma, soprattutto, si ha la possibilità di gustare un’ottima cucina casalinga ed una buona birra prodotta con una ricetta della famiglia. I cavalli possono godere del conforto di un comodo box e delle cure di una famiglia da sempre appassionata ed innamorata del fantastico mondo dei cavalli

Sacra di San Michele: Agriturismo "La Cascina dei Canonici":

L’Agriturismo si trova proprio davanti alla Sacra di San Michele, “basta allungare una mano per toccarla”, in uno straordinario punto strategico per ammirare il bellissimo panorama sulla Val Susa, con la sua eccezionale corona di montagne, e sulla pianura torinese. Di sera, comodamente seduti su una panchina nel cortile dell’Agriturismo, quando la Sacra viene illuminata e quando tutte le cittadine della valle accendono le loro luci, si può godere uno spettacolo di grandissima suggestione ed emozione. La forza dell’Agriturismo è da sempre la gentilezza, il sorriso e la disponibilità della famiglia Barone, oltre, ovviamente, alla posizione dominante sulla Val Susa.  I cavalli sono sistemati al prato in recinto elettrificato
 

Mattie: Agriturismo "Il Mulino di Mattie":

L’agriturismo dell’amico Giorgio è il posto ideale per chi ama i cavalli e la cucina raffinata della Signora Anna. L’atmosfera che si respira è quella rilassante per chi vuole riposare e fare distensive passeggiate nei vicini castagneti ma è anche il posto giusto per chi vuole frequentare la scuola di equitazione e/o fare trekking con il cavallo sulle montagne che lo circondano. I cavalli trovano adeguata sistemazione nel box.

L’ultima giornata del trekking inizia intorno alla mezzanotte in  una suggestiva passeggiata sotto la luna. Si parte dall’agriturismo “il Mulino di Mattie” per raggiungere il rifugio all’Alpe di Toglie in tempo per godere l’emozione ed il fascino del sorgere del sole dalle montagne della Val Susa. Lungo il percorso non mancherà di trovare cervi e caprioli al pascolo.

Ci sarà il tempo per un’abbondante colazione presso il rifugio, per riposare e per fare ritorno all’Agriturismo “il Mulino di Mattie” dove si concluderà il trekking.

Il rientro presso la scuderia di partenza è previsto con il van. Per chi lo volesse potrebbe ritornare in sella al proprio cavallo.

BREVI CONSIDERAZIONI SUL TREKKING:

Il territorio attraversato è tutto di grande valore storico, religioso e paesaggistico. Basta pensare alla Sacra di San Michele e alla Certosa di Banda (secondo insediamento italiano dei Padri Certosini), al Parco Naturale della Collina Morenica di Rivoli/Avigliana ed al Parco Naturale dei Laghi di Avigliana (testimoni della presenza del grande ghiacciaio che percorreva la vallata della Dora Riparia), al Parco Naturale della catena montuosa dell’Orsiera Rocciavrè. Spesso i sentieri, all’improvviso, quando meno te l’aspetti, si aprono su scorci panoramici di una bellezza sconvolgente.

Alpe Toglie

 

 

 

 

Condividi su Facebook

Ultime Novita'

Pillole veterinarie

Chiacchierata n. 3 - Allenamento del cavallo

Entra nella sezione News >>

Iscrizione alla newsletter del sito - in anteprima i programmi di trekking a cavallo

Cookie Policy

Copyright 2018 - Bruno Modena - C.F. MDNBRN37R06B447B